Unisavona spegne 30 candeline con un’offerta di 33 corsi

dscf0629

Dal 27 settembre al 7 ottobre saranno aperte le iscrizioni ai corsi di UniSavona, giunta al suo trentesimo anniversario. Sono 33 i corsi proposti dall’edizione 2016-2017, un’offerta che secondo tradizione spazia in tutti i campi della conoscenza, con forte orientamento al benessere, anche spirituale.  La quota di iscrizione è fissata in 42 euro, che danno diritto alla frequenza a tre corsi fra quelli proposti (compreso un corso a numero chiuso). L’iscrizione ad ulteriori corsi liberi comporta il pagamento di una quota integrativa di 6 euro per singolo corso.

Le iscrizioni dei corsi a numero chiuso si ricevono presso l’Atrio del Teatro Chiabrera, in piazza Diaz, dalle 8 alle 11 (ogni allievo può iscriversi ad un solo corso a numero chiuso). Le iscrizioni ai corsi a numero chiuso saranno aperte fino al raggiungimento del numero massimo di iscritti nei giorni: martedì 27 settembre per i corsi “Conoscere il mare e il cielo attraverso l’astronomia” (max 50 iscritti), “Informatica livello avanzato” (max 20 iscritti) e “Le nove sinfonie di Beethoven” (max 65 iscritti); mercoledì 28 settembre per i corsi: “Benessere in movimento” (max 40 iscritti), “Gocce di shiatsu” (max 30 iscritti), “Tai Chi” (max 30 iscritti); giovedì 29 settembre per i corsi: “Cucina regionale” (max 50 iscritti), “Enologia” (max 30 iscritti), “Fotografia” (max 30 iscritti), “Il sole e il suo inutilizzo” (max 25 iscritti).

Le iscrizioni ai soli corsi liberi saranno aperte presso l’Atrio del Teatro Chiabrera dalle 8 alle 11 da lunedì 3 a mercoledì 5 ottobre e presso il Palazzo degli Ufficiali (3° piano della Fortezza sul Priamàr) dalle 8 alle 11 di giovedì 6 e venerdì 7 ottobre. “Dal 1986, anno dopo anno – scrive il sindaco Ilaria Caprioglio nella presentazione dell’opuscolo illustrativo di Unisavona 2016-2017 – offre un ampio panorama di materie umanistiche, scientifiche, artistiche, insieme a laboratori di teatro, ascolto di musica, l’immancabile cultura materiale quali cucina ed enologia, allargandosi nelle ultime stagioni a tecniche di benessere provenienti da altre culture del mondo e a stage di ballo molto apprezzati. Mens sana in corpore sano è diventata la filosofia di Unisavona nata, cresciuta e mantenuta vitale grazie all’attività di volontariato dei direttori dei corsi, dei docenti, dei loro collaboratori. Una meravigliosa squadra di persone qualificate, verso le quali la Città di Savona è estremamente grata”.

 

You may also like...