Assunte nove guide per le Grotte di Toirano

Toirano GrotteIl Comune di Toirano ha assunto nove guide speleologiche stagionali da utilizzare sino a metà ottobre presso le grotte preistoriche, di cui ha la gestione diretta. Per le assunzioni si era svolta lo scorso anno una selezione pubblica per titoli ed esami che aveva portato alla formazione di una graduatoria. Nel mese di marzo c’erano stati i primi ingressi in servizio, e dal 24 aprile l’organico sarà quasi completato con i due ultimi ingressi. Il fabbisogno di personale è stato fissato dalla giunta in 10 unità. Si tratta di incarichi contrattualizzati per 24 ore settimanali della durata di sei mesi.

Le Grotte di Toirano sono note per la varietà di forme di stalattiti e stalagmiti, per la loro estensione, per il ritrovamento di tracce dell’Homo Sapiens-Sapiens di oltre 12.000 anni fa e resti di Ursus Spelaeus di circa 25.000 anni di età. Nelle grotte si trovano impronte di uomini preistorici e di ossa di orsi che vi si rifugiarono per sfuggire all’ultima glaciazione.

La grotta della Bàsura, conosciuta sin dal secolo scorso dopo le esplorazioni dello studioso don Nicolò Morelli, canonico di Pietra Ligure, è la più spettacolare. Nel 1950, alcuni abitanti di Toirano appassionati di speleologia scoprirono una serie di sale interne che seguono un percorso di circa 450 metri, meravigliose per la ricchezza e la varietà di concrezioni naturali.

 

You may also like...