Impresa agricola savonese nella top 10 di Coop Liguria

 

coop-liguria-startupSono dieci, tra cui uno presentato da una cooperativa savonese, i progetti promossi da Coop Liguria nell’ambito  del bando “Coop Liguria Startup” riservato a gruppi di giovani liguri con meno di quarant’anni o da cooperative costituite da meno di un anno, sempre con una maggioranza di soci under 40. Il concorso, promosso nel 2015 in occasione del 70° anniversario di Coop Liguria, è attuato in collaborazione con Legacoop Liguria e con il progetto ‘Coopstartup’ di Coopfond.

I 10 progetti selezionati riceveranno i contributi messi a disposizione dal bando: 15 mila euro da Coop Liguria, tramite prestito non oneroso da trasformare in donazione a fronte di un andamento della cooperativa coerente con il piano imprenditoriale; 5 mila euro da Coopfond (solo per le cooperative di nuova costituzione). Ogni neonata impresa cooperativa beneficerà per un triennio del sostegno qualificato di manager ed esperti Coop nei diversi settori professionali.

I 30 progetti che hanno passato la prima selezione, effettuata nel settembre del 2015, sono stati proposti da 25 gruppi informali e 5 cooperative costituite da meno di un anno, per la stragrande maggioranza provenienti dalla provincia di Genova. Il Comitato di Valutazione si è espresso comunicando i progetti premiati. I promotori delle 10 iniziative vincenti sono in tutto 46, 22 uomini e 24 donne, di cui 42 con meno di 40 anni. I progetti premiati sono stati proposti da 9 gruppi informali e da una cooperativa costituita da meno di un anno (la savonese “Ortocircuito”). Due altri gruppi si sono costituiti in cooperativa già prima della conclusione del bando.

Ortocircuito, la coop savonese nella “top 10”, è costituita da 7 soci lavoratori, 5 uomini e 2 donne, di cui 6 under 40; due agronomi, tre educatori, due imprenditori agricoli. Ortocircuito è una cooperativa agricola sociale di produzione e lavoro con esclusività dell’attività agricola.  Intende salvaguardare e valorizzare il territorio, trasformando l’abbandono in un’occasione di riscatto sociale. La cooperativa produce avvalendosi del metodo biologico e di tecniche moderne, che consentono uno sfruttamento razionale delle risorse ambientali (pacciamature, irrigazione a goccia, colture rustiche, ecc.).

La produzione si concentra sulle tipicità del Savonese: formaggette, olio extravergine di oliva, ortaggi di stagione e primizie (zucca trombetta d’Albenga, asparago violetto, fagiolino pelandrone), frutta (albicocca di Valleggia, cultivar locali di pesco e altri fruttiferi), uova, conserve, passate di pomodoro, olive in salamoia, pesto. La cooperativa ha creato una filiera a “km 0”, salvaguardando gli spazi strappati alla montagna e restituendoli alla loro vocazione agricola e sociale. I prodotti sono venduti a livello locale, valorizzando al massimo il rapporto diretto produttore-consumatore, ma si punterà ad essere presenti anche nella grande distribuzione, in spazi dedicati agli agricoltori locali. I terreni su cui opera la cooperativa si trovano ad Albisola Superiore, Celle Ligure, Savona, Noli, Vezzi Portio, Finale Ligure e Mioglia (stalla per bovini da latte).

You may also like...