Noli, un nuovo pennello in difesa della spiaggia

E’ in corso, presso il Settore Ambiente della Regione Liguria, la procedura di verifica screening ambientale per il progetto di difesa del litorale presentato dal comune di Noli. Si tratta di mettere in posa un pennello in massi in località Serra, al confine con il comune di Spotorno, nello stesso punto dove già esisteva uno sporgente di protezione della costa che tuttavia – essendo risultato abusivo – era stato demolito nel 2011.

Dopo la demolizione la linea di battigia ha cominciato ad arretrare e nel tempo il processo di erosione si è esteso a tutto il tratto di spiaggia compreso tra il terrapieno Nereo e la posizione dove si trovava lo sporgente. Non solo, ma lo stesso fenomeno ha iniziato a interessate anche la costa più a settentrione sino a raggiungere il terrapieno di regione Serra, a Spotorno, provocando cedimenti della scarpata.

Di qui l’incarico affidato allo Studio Gaggero di Savona (ing. Paolo Gaggero e ing. Silvio De Ambroggi) per il rifacimento del pennello in massi naturali che risulterà lungo 15 metri per 4 di larghezza e 1,5 metri di altezza sul livello del mare. Il nuovo sporgente sarà posato su un fondale di circa 2 metri di profondità e potrà utilizzare il basamento del vecchio manufatto, risparmiato dalla demolizione. Il costo complessivo di aggirerà sui 60 mila euro e richiederà 20 giorni di lavoro di cantiere.

You may also like...